skip to Main Content
San Leo: AlchimiAlchimie

Data: 26/08
Orari: 20:30-01:00
Partenza: Fermata della linea bus nr 11 più vicina all’hotel
Costo: Prezzo in fase di definizione
(trasporto + ingresso)

L’escursione
San Leo, l´antica Capitale del Montefeltro, in occasione dell’evento AlchimiAlchimie si riaccende di danze, cena in fortezza, spettacoli, mercatini, tradizioni ispirate al più noto alchimista della storia: il Conte di Cagliostro, controverso personaggio morto prigioniero nella Fortezza di San Leo nella notte del 26 Agosto 1795.

Modalità di prenotazione:
Per motivi organizzativi è obbligatorio prenotarsi entro lunedì 26/08 alle ore 13:00 tramite la reception del vostro hotel.
L’escursione verrà attivata al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti

SAN LEO
San Leo fa parte de “I Borghi più Belli d’Italia” e si trova su un imponente masso roccioso con pareti a strapiombo che, fin dall’epoca preistorica, ne ha determinato la doppia valenza militare e religiosa.
La leggenda racconta che Leone, tagliapietre dalmata approdò a Rimini sul finire del 300 d.c. con l’amico Marino.
Pare che entrambi fuggissero dalle persecuzioni dell’imperatore Diocleziano contro i cristiani e che trovando rifugio nelle alture dell’entroterra vi costituirono delle vere e proprie comunità.
Leone si trasferì sul masso di San Leo, antico Monte Feretrio, dando vita alla comunità che farà poi la storia del paese; Marino andò sul Monte Titano, montagna dell’attuale Repubblica, fondando già una prima comunità nel 301 d.c.

DA VEDERE

Duomo di San Leone
Il Duomo è dedicato al Santo Patrono Leone ed è il frutto di maestranze romanico-lombarde che datano l’edificio nel 1173.
Ha la pianta a croce latina, con tre navate e transetto, cripta e ampio presbiterio rialzato.
In origine questo edificio non era isolato ma attiguo al palazzo vescovile che comunicava direttamente con la Torre Campanaria.
Nell’abside della cripta era collocato il sarcofago con le spoglie di San Leone che era meta di pellegrinaggio per coloro che passavano per l’Appennino per raggiungere Roma.

Apertura: annuale
Ingresso: gratuito
Dalle 09:30 alle 12:30      dalle 14:30 alle 19:00

Fortezza e Museo
Le origini si riferiscono già all’epoca delle guerre tra Goti e Bizantini (VI secolo).
Fu sempre oggetto di contesa soprattutto durante i secoli XIV – XV fino a quando venne definitivamente conquistata da Federico da Montefeltro nel 1441.
Il possente apparato difensivo di San Leo sembra essere un prolungamento del masso che lo sostiene.
Con lo Stato Pontificio e fino al 1906 fu adibito a carcere nelle cui celle finì i propri giorni il Conte di Cagliostro.
Al suo interno sono visibili mostre di armi, armature, le celle dei famosi reclusi e le oscure fortificazioni.

Orari
Apertura: annuale
Ingresso: a pagamento
Tariffa intera: 9,00 Tariffa ridotta (6-14 anni): 4,00

La Pieve

La Pieve è il più antico monumento religioso di San Leo e dell´intero territorio del Montefeltro. Costituisce la prima testimonianza materiale della cristianizzazione di questa zona dell´entroterra.
La tradizione racconta che la pieve fu costruita sulla celletta dove San Leone si ritirava in preghiera.

Apertura: annuale
Ingresso: gratuito
Orario: dalle 09:30 alle 12:30       dalle 14:30 alle 19:00

Torre campanaria
Sorge isolata sulla cima del “Monte della Guardia”, una delle due sommità del Masso di San Leo.
Fu costruita direttamente su una roccia come tutti i monumenti di San Leo.
Costituiva assieme ad altri edifici la Cittadella Vescovile dove risiedeva il Vescovo di Montefeltro  e che fu distrutta nella metà del secolo XIV dai Malatesta.
Solitamente chiusa al pubblico, aperta nei periodi di festività o in occasioni di eventi.

Palazzo Mediceo
Venne costruito tra il 1517 e il 1523 per ospitare il Governatore di San Leo e del Montefeltro per conto della Repubblica Fiorentina.
Si trova tra la Pieve e il Duomo e presenta un impianto tipicamente rinascimentale.
Il Palazzo Mediceo attualmente ospita il Museo d’Arte Sacra, gli uffici culturali, l’Archivio Storico e la Biblioteca. Vi sono anche sale adibite a mostre d’arte temporanee.

Palazzo della Rovere
Come il Palazzo Mediceo, anche questo Palazzo fu edificato per ospitare i rappresentanti dell’importante famiglia che succedette ai Montefeltro nella Signoria del Ducato di Urbino e, in seguito, al governo della Provincia Feretrana.
É il primo edificio gentilizio che accoglie i visitatori quando si entra nella città.

Fontana
Fu costruita nel 1893 dove dall’età medievale esisteva l’olmo della Comunità o Olmo di San Francesco.
Rappresenta anche oggi il centro “geografico” di San Leo.

Back To Top
×Close search
Cerca